Seguici su Facebook:
  • White Facebook Icon

© 2020 Tutti i diritti riservati.

Sito creato e curato da Andrea Zurlini e da Federica Ronchi

Le Regole dell'Aspirante

Regola I.

Entra nel Cuore del Fratello tuo e vedi il suo dolore. Poi parla. Le tue parole infondano in lui la potente forza di cui ha bisogno per spezzare le sue catene. Ma non gliele spezzare tu stesso. L'opera tua è di parlare con comprensione intelligente. Dalla Forza che riceverà sarà sorretto nel suo lavoro.

Regola II.

Entra nelle Mente del fratello tuo e leggi i suoi pensieri: farai questo solo quando i tuoi pensieri stanno puri. Poi pensa. Ed i pensieri tuoi entrino nella mente del fratello tuo e si fondano con i suoi. Mantieni però il completo distacco, poiché nessuno ha il diritto di influenzare e di dirigere la mente di un altro. L'unico diritto che tu puoi esercitare quello che lo muoverà a dire: «Egli mi ama, mi è vicino. Egli pensa con me ed io sono forte abbastanza per fare ciò che è giusto». Impara dunque a parlare. Impara dunque a pensare.

Regola III.

Fonditi con l'Anima del fratello tuo e conoscilo qual è. Solo sul piano dell'Anima ciò può essere fatto. In altri piani la fusione va ad alimentare la combustione della sua vita inferiore. Focalizzati sul Piano Divino e vedrai così la parte che spetta a lui, a te e a tutti gli uomini. Così egli entrerà nella vita e saprà qual è il suo lavoro.

Ogni processo di trasformazione inizia sempre con uno sforzo, che lascerà poi il posto alla "spontanietà" e all'automatismo, fino ad arrivare a conseguire quella qualità straordinaria che a poco a poco vedremo nascere in noi: l'empatia (mettersi al posto dell'altro). Essa è la capacità di entrare dentro un'altra persona, diventano talmente sensibili da percepire i suoi problemi e i suoi bisogni. E' questa empatia che ci permette di migliorare i nostri rapporti e che indicherà il raggiungimento della maturità affettiva.